martedì 10 dicembre 2019

17-FASE E_UNLOSTLINE


Tratto ultimo di via Prenestina Bis
da: via Walter Tobagi
a: via Prenestina



Progetto 1:
Progetto 2:
Progetto 3:


UNLostLine è un anello infrastrutturale ed ecologico che intende ricucire le tre grandi aree verdi a scala urbana presenti all'interno del territorio ad est di Roma, quali il Parco dell'Aniene, il Parco della Mistica ed il Parco di Centocelle. Inoltre vuole connettere il brano di città a ridosso della via Tiburtina con quello a sud, della via Casilina, costituendo allo stesso tempo un vero e proprio raccordo tra la linea della Metro B e la linea della Metro C.
Il suo sviluppo è costituito da 17 tratti di strade esistenti e non, ciascuno dei quali è associato ad idee progettuali specifiche che ne valorizzino sia localmente sia globalmente l'impatto.
Inoltre la presenza della UNLostLine valorizza e connette sia specifici progetti di UNLost Teritories sia le caratteristiche urbane complessive della macroarea di intervento

16-FASE E_UNLOSTLINE

Tratto secondo via Casilina
da Piazza Sor Capanna
a: via Walter Tobagi




Progetto 1:
Progetto 2:
Progetto 3:


UNLostLine è un anello infrastrutturale ed ecologico che intende ricucire le tre grandi aree verdi a scala urbana presenti all'interno del territorio ad est di Roma, quali il Parco dell'Aniene, il Parco della Mistica ed il Parco di Centocelle. Inoltre vuole connettere il brano di città a ridosso della via Tiburtina con quello a sud, della via Casilina, costituendo allo stesso tempo un vero e proprio raccordo tra la linea della Metro B e la linea della Metro C.
Il suo sviluppo è costituito da 17 tratti di strade esistenti e non, ciascuno dei quali è associato ad idee progettuali specifiche che ne valorizzino sia localmente sia globalmente l'impatto.
Inoltre la presenza della UNLostLine valorizza e connette sia specifici progetti di UNLost Teritories sia le caratteristiche urbane complessive della macroarea di intervento.

15-FASE E_UNLOSTLINE

Tratto primo di via Casilina
da: viale Primavera
a: Piazza Sor Capanna




Progetto 1:
Progetto 2:
Progetto 3:


UNLostLine è un anello infrastrutturale ed ecologico che intende ricucire le tre grandi aree verdi a scala urbana presenti all'interno del territorio ad est di Roma, quali il Parco dell'Aniene, il Parco della Mistica ed il Parco di Centocelle. Inoltre vuole connettere il brano di città a ridosso della via Tiburtina con quello a sud, della via Casilina, costituendo allo stesso tempo un vero e proprio raccordo tra la linea della Metro B e la linea della Metro C.
Il suo sviluppo è costituito da 17 tratti di strade esistenti e non, ciascuno dei quali è associato ad idee progettuali specifiche che ne valorizzino sia localmente sia globalmente l'impatto.
Inoltre la presenza della UNLostLine valorizza e connette sia specifici progetti di UNLost Teritories sia le caratteristiche urbane complessive della macroarea di intervento.

14-FASE E_UNLOSTLINE

Tratto viale Primavera
da: Piazzale delle Gardenie
a: via Casilina




Progetto 1:
Progetto 2:
Progetto 3:


UNLostLine è un anello infrastrutturale ed ecologico che intende ricucire le tre grandi aree verdi a scala urbana presenti all'interno del territorio ad est di Roma, quali il Parco dell'Aniene, il Parco della Mistica ed il Parco di Centocelle. Inoltre vuole connettere il brano di città a ridosso della via Tiburtina con quello a sud, della via Casilina, costituendo allo stesso tempo un vero e proprio raccordo tra la linea della Metro B e la linea della Metro C.
Il suo sviluppo è costituito da 17 tratti di strade esistenti e non, ciascuno dei quali è associato ad idee progettuali specifiche che ne valorizzino sia localmente sia globalmente l'impatto.
Inoltre la presenza della UNLostLine valorizza e connette sia specifici progetti di UNLost Teritories sia le caratteristiche urbane complessive della macroarea di intervento.


13-FASE D_UNLOSTLINE

Tratto via Tor de' Schiavi
da: via Prenestina
a: Piazzale delle Gardenie



Progetto 1:
Progetto 2:
Progetto 3:


UNLostLine è un anello infrastrutturale ed ecologico che intende ricucire le tre grandi aree verdi a scala urbana presenti all'interno del territorio ad est di Roma, quali il Parco dell'Aniene, il Parco della Mistica ed il Parco di Centocelle. Inoltre vuole connettere il brano di città a ridosso della via Tiburtina con quello a sud, della via Casilina, costituendo allo stesso tempo un vero e proprio raccordo tra la linea della Metro B e la linea della Metro C.
Il suo sviluppo è costituito da 17 tratti di strade esistenti e non, ciascuno dei quali è associato ad idee progettuali specifiche che ne valorizzino sia localmente sia globalmente l'impatto.
Inoltre la presenza della UNLostLine valorizza e connette sia specifici progetti di UNLost Teritories sia le caratteristiche urbane complessive della macroarea di intervento.

12- FASE D_UNLOSTLINE

Tratto: via Prenestina
da: viale Palmiro Togliatti
a: via Tor de' Schiavi







Progetto 1:
Progetto 2:
Progetto 3:


UNLostLine è un anello infrastrutturale ed ecologico che intende ricucire le tre grandi aree verdi a scala urbana presenti all'interno del territorio ad est di Roma, quali il Parco dell'Aniene, il Parco della Mistica ed il Parco di Centocelle. Inoltre vuole connettere il brano di città a ridosso della via Tiburtina con quello a sud, della via Casilina, costituendo allo stesso tempo un vero e proprio raccordo tra la linea della Metro B e la linea della Metro C.
Il suo sviluppo è costituito da 17 tratti di strade esistenti e non, ciascuno dei quali è associato ad idee progettuali specifiche che ne valorizzino sia localmente sia globalmente l'impatto.
Inoltre la presenza della UNLostLine valorizza e connette sia specifici progetti di UNLost Teritories sia le caratteristiche urbane complessive della macroarea di intervento

sabato 19 marzo 2016

UNLost Territories: il concept

Dopo Urban Voids, Urban Green Line e Tevere Cavo, la cattedra del prof. Saggio alla Facoltà di Architettura della Università di Roma  "Sapienza" ha iniziato una esplorazione dei territori apparentemente perduti alla periferia di Roma. Sono territori "non Perduti" (UNLost) che  devono essere riconquistati alla vita della città e dei suoi abitanti facendo leva su nuove idee e nuove energie. La prima ricognizione delle aree UNLost Territories è stata compiuta  da Manuela Seu e Michele Spano con  Valerio Perna, ulteriore lavoro apportato è dovuto a Silvia Primavera. Il blog e la connessa mappa google sono stati tenuti costantemente aggiornati dall'architetto Gaetano De Francesco. Si veda anche la pagina web "UNLost Territories" dedicata alla raccolta dei principali progetti, agli scritti, agli eventi, alle conferenze dedicati a questo grande progetto urbano.